Pesche al vino

Pesche al vino

A casa mia le pesche al vino sono un rito che d’estate non manca mai. Le caraffe di vino e pesche mi hanno accompagnato per tutte le estati della mia vita, per lo meno quelle di cui ho memoria. Non si tratta di una brutta copia della sangria, assolutamente no, ma semplicemente di ottime pesche e buon vino secco. Aggiungere zucchero, come ho letto da qualche parte, sarebbe un sacrilegio, così come aggiungere chiodi di garofano o cannella. Le pesche al vino sono buone così, pure e semplici.

Quasi tutte le varietà di pesche possono andare bene per questa preparazione, dipende da cosa vi piace di più. Le pesche giallone hanno una polpa più soda e croccante e assorbono più lentamente il vino; le pesche bianche invece hanno una polpa più tenera e ne assorbono di più. Anche le pesche noci e le pesche rosse possono andar bene, le uniche che non ho mai provato così sono le pesche tabacchiera. Insomma, per la varietà scegliete pure quella che vi piace di più, l’importante, è ovvio, è che sia saporita!

Per quanto riguarda il vino, la cosa importante è che sia un vino fermo e secco, sta poi a voi scegliere se bianco o rosso. L’abbinamento che a casa mia va per la maggiore è pesche giallone con vino rosso e pesche bianche con vino bianco. Ovviamente anche qui la qualità del vino è cruciale!

Ingredienti
5 pesche gialloni
750ml vino rosso Montepulciano d’Abruzzo

Preparazione
Sbucciare le pesche e tagliarle a spicchi. Metterle in una caraffa e coprirle con il vino rosso. Lasciar macerare per 2 ore in frigorifero. Servire versando pesche  e vino nei bicchieri.

Pesche giallone

8 commenti

  • Comment author
    angela 12 Luglio 2011@12:15

    …anche a casa mia…

    ..e c’è più lo sfizio di mangiare le pesche che di bere il vino!!!
    (da me le pesche adatte sono dette “Percoche”)

    🙂

    • Comment author
      Roberta 12 Luglio 2011@12:19

      Si anche noi le usiamo quando ci sono! se non sbaglio le percoche sono sempre una varietà di pesche gialle che però si trovano più facilmente nel mese di agosto. Tu cosa ne pensi del fatto di aggiungere zucchero e aromi? da te anche si usa?

  • Comment author
    alex di food 4 thought 14 Luglio 2011@15:59

    Ciao Roberta, felice di averti incontrata grazie alla tua visita. Le pesche al vino? Da noi si usano alla grande (tanto che come ho visto il tuo post mi sono chiesta se fossi Piemontese) e condivido la tua opinione: quando sono buone, dolci e mature non hanno bisogno di zucchero aggiunto, nè tanto meno di spezie – che orrore!

    • Comment author
      Roberta 14 Luglio 2011@16:11

      Il piacere è mio Alex, grazie a te per aver ricambiato la visita! E io che pensavo fossero un’usanza della mia zona (Lazio), invece scopro che si fanno in tutta la penisola, da nord a sud! 😀

  • Comment author
    Laura 15 Luglio 2011@10:38

    wow! Che bello il tuo blog!! Le pesche al vino le faccio spesso, naturalmente anch’io senza zucchero! Da oggi sono una tua nuova fan e se ti va passami a trovare 😉 A presto!

  • Comment author
    Roberta 15 Luglio 2011@16:50

    Grazie Laura! Ah bene mi solleva sapere che non sono l’unica ad essere contro lo zucchero nelle pesche al vino :). Passo subito da te!
    A presto!

  • Comment author
    titty 19 Luglio 2011@21:31

    Sai che anche a casa mia le mangiamo d’estate?!!!non mancano mai con il pranzo della domenica e qualche cenetta con amici ; ))

  • Comment author
    GRAZIELLA 7 Settembre 2012@08:31

    Ciao, anch’ io ho appena acquistato le percoche direttamente dal produttore e stasera le faccio con vino sardo rosso secco..che doduria… , naturalmente nessuna aggiunta di zuccheri o aromi vari..

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare i tag e gli attributi HTML seguenti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Invia