Panna cotta allo sciroppo d’acero

panna cotta copy

Le mie visite alle librerie funzionano di solito così: entro, mi piazzo davanti allo scaffale dedicato alla cucina ed inizio ad esaminare tutti i titoli. A mano a mano estraggo dagli scaffali i volumi che mi ispirano di più fino a che non mi ritrovo tra le mani una pila di libri tanto pesante che le braccia non ce la fanno più a reggere. Allora mi fermo, mi siedo nell’angolino dove ci sono i tavolini  ed inizio ad esaminare attentmente ogni testo, il che in genere mi richiede almeno un’oretta. Ho voglia di comprare, ho voglia di tornare a casa con il mio nuovo ricettario, mettermi comoda e leggermelo tutto di un fiato come se fosse il romanzo più avvincente che sia mai stato scritto. Eppure continuo a passare da libro a libro senza riuscire a decidermi, “qui c’è questa ricetta che sembra veramente buona, lì però c’era quella che…e in quell’altro ce n’erano un paio che…”. Insomma, non riesco a risolvermi, sono talmente indecisa che alla fine mi alzo, raccolgo la mia pila di libri, torno allo scaffale e li rimetto uno ad uno al loro posto. Tutti. Ed ogni volta torno a casa con le mani vuote. Questo è quello che succede, in genere.

Stavolta no, però. Stavolta ce l’ho fatta a portarmi a casa il mio piccolo “romanzo”. E la scelta è caduta su “Panna Cotta” di Stéphanie Bulteau, della Guido Tommasi Editore. 28 ricette in cui la panna cotta è declinata in tutti i modi, abbinata con i più svariati tipi di ingredienti. Io che con la mia prima panna cotta sono rimasta sulla versione più semplice, ho scoperto un mondo!

Ingredienti (per 4 persone)
400 ml panna fresca
2 fogli di gelatina
200 ml sciroppo d’acero

Preparazione
Ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda per 15  minuti. Versare la panna in una pentola e scaldare fino a portarla a leggera ebollizione. Rimuovere dal fuoco e incorporare la gelatina ben strizzata, mescolando bene affinchè si sciolga completamente. Aggiungere infine 150 ml di sciroppo d’acero e versare nei bicchierini. Far riposare in frigo per almeno 5 ore (io per una notte intera). Prima di servire, distribuire il restante sciroppo sulla panna cotta.

Fonte: “Panna Cotta”, Stéphanie Bulteau, Guido Tommasi Editore

6 commenti

  • Comment author
    Laura 12 Agosto 2011@11:09

    meravigliosa!!! la proverò anche io!!! bravissima!

  • Comment author
    alessandra 16 Agosto 2011@21:24

    con i LITRI di sciroppo d’acero che mi ritrovo in dispensa, posso forse non segnarmi subito questa tua ricetta??? giammai!
    ciao ciao, ale

  • Comment author
    Roberta 18 Agosto 2011@21:41

    Grazie :D!!! se vi piace lo sciroppo d’acero è da provare!

  • Comment author
    letiziando 19 Agosto 2011@22:10

    Grandiosa ricetta e foto deliziosa come sempre. Grazie anche per la segnalazione del libro, sembra assai interessante 🙂

  • Comment author
    Roberta 31 Agosto 2011@23:03

    Grazie Leti 🙂

  • Pingback: I menù di Capodanno | I Love Cooking

Lascia un commento per letiziando Non lasciare il commento

XHTML: Puoi utilizzare i tag e gli attributi HTML seguenti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Invia