Categoria "Pasta fatta in casa"

Gnocchi di zucca con fonduta di parmigiano e speck

gnocchi di zucca con fonduta di parmigiano e speck

Eccola qui l’ultima ricetta a base di zucca…e, fatemelo dire, che ricetta!!! Vedrete che sono particolarmente affezionata all’abbinamento con lo speck, ma quanto ci sta bene la zucca dolciastra con lo speck saporito e affumicato? Per rendere il condimento più cremoso ho pensato ad una fonduta di parmigiano, che da il giusto sapore senza coprire il gusto degli gnocchi. Per quanto riguarda l’impasto degli gnocchi, io ho usato la sola zucca senza aggiungere patate  – come invece ho visto fare in alcune ricette – perché volevo sentire proprio la zucca, non volevo che il suo sapore fosse attenuato dalle patate.

Come vi avevo già detto quando vi ho parlato degli gnocchi di patate, a me non piacciono gli gnocchi molli che si attaccano ai denti, quindi tenete presente che le mie dosi di farina sono per gnocchi più consistenti (non duri eh, semplicemente più compatti!). Se li volete più morbidi, riducete la dose di farina a vostro piacere.

Ingredienti (per 4-5 persone)
1kg zucca pulita
600g farina
1 uovo
per il condimento
130g parmigiano grattugiato
250ml panna fresca
50 ml latte
100g speck
pepe nero in grani

Preparazione
Pulire la zucca e tagliarla a fette. Cuocerla in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti o fino a che non diventa tenera. Schiacciare con uno schiacciapatate, trasferire la polpa di zucca in un canovaccio e stringerla in modo da farle perdere acqua. Non bisogna eliminare tutti i liquidi (ci servono per impastare), ma solo una parte di essi. Io ho eliminato circa 1/2 bicchiere di acqua.

Trasferire la polpa di zucca su una spianatoia insieme alla farina. Aggiungere l’uovo ed impastare fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Lasciar riposare per 20 minuti.

Tagliare l’impasto a fette e tagliare ogni fetta a strisce di circa 1,5 cm di spessore. Lavorate ogni striscia allungandola e dando una forma omogenea. Tagliare le strisce a tocchetti lunghi 2 cm circa e strisciare i tocchetti sulla tavoletta apposita per la rigatura o, in alternativa, sui rebbi di una forchetta.Disporre gli gnocchi su un vassoio infarinato fino all’uso.

Tagliare lo speck a striscioline e farlo rosolare in una padella antiaderente  (per me rivestita in ceramica) senza aggiungere grassi. Una volta pronto, traferire in un piatto e conservare da parte. Nella stessa padella, versare il parmigiano grattugiato, la panna e il latte. Cuocere su fuoco dolce mescolando costantemente fino a far fondere il parmigiano e far ritirare leggermente la salsa. Nel frattempo cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e scolarli non appena vengono a galla. Condirli con la fonduta di parmigiano e lo speck croccante e spolverare con pepe nero macinato al momento.

Gnocchi di patate

gnocchi4

Questa è la ricetta degli gnocchi della  mamma, per me la migliore cuoca in assoluto! Questi gnocchi sono eccezionali perché non sono come quelli comprati che rimangono tutti attaccati in bocca, ma hanno la giusta consistenza…insomma, devi masticarli e non tentare di staccarli dai denti!

Se non avete una tavolettina come quella della foto, vi consiglio di comprarla – costa pochi euro e si trova nei negozi di casalinghi-, è comodissima per rigare (o, come si dice da me, “cecare”) gli gnocchi, che sono a mio parere più buoni (tengono meglio la salsa) e più belli degli gnocchi non rigati!

Ingredienti (per 4 persone)
1kg patate ( evitare le patate novelle, troppo acquose per questa preparazione)
1kg farina più la farina per la spianatoia
1 uovo

Preparazione
Lessare le patate con la buccia. Una volta pronte, sbucciarle, schiacciarle con lo schiaccia patate e lasciarle raffreddare. Aggiungere l’uovo e la farina, il cui quantitativo potrà leggermente diminuire o aumentare a seconda se le patate sono più o meno asciutte. Impastare fino a quando la pasta non risulta amalgamata e soda. Tagliare delle fette di pasta, che taglierete a loro volta a strisce. Lavorate ogni striscia allungandola e dando una forma omogenea. Tagliare le strisce a tocchetti lunghi 2 cm circa e strisciare i tocchetti sulla tavoletta apposita per la rigatura o in alternativa sui rebbi di una forchetta. Gli gnocchi di patate fatti a mano sono ora pronti per la cottura!