Categoria "Ricette della tradizione"

Gnocchi di patate

gnocchi4

Questa è la ricetta degli gnocchi della  mamma, per me la migliore cuoca in assoluto! Questi gnocchi sono eccezionali perché non sono come quelli comprati che rimangono tutti attaccati in bocca, ma hanno la giusta consistenza…insomma, devi masticarli e non tentare di staccarli dai denti!

Se non avete una tavolettina come quella della foto, vi consiglio di comprarla – costa pochi euro e si trova nei negozi di casalinghi-, è comodissima per rigare (o, come si dice da me, “cecare”) gli gnocchi, che sono a mio parere più buoni (tengono meglio la salsa) e più belli degli gnocchi non rigati!

Ingredienti (per 4 persone)
1kg patate ( evitare le patate novelle, troppo acquose per questa preparazione)
1kg farina più la farina per la spianatoia
1 uovo

Preparazione
Lessare le patate con la buccia. Una volta pronte, sbucciarle, schiacciarle con lo schiaccia patate e lasciarle raffreddare. Aggiungere l’uovo e la farina, il cui quantitativo potrà leggermente diminuire o aumentare a seconda se le patate sono più o meno asciutte. Impastare fino a quando la pasta non risulta amalgamata e soda. Tagliare delle fette di pasta, che taglierete a loro volta a strisce. Lavorate ogni striscia allungandola e dando una forma omogenea. Tagliare le strisce a tocchetti lunghi 2 cm circa e strisciare i tocchetti sulla tavoletta apposita per la rigatura o in alternativa sui rebbi di una forchetta. Gli gnocchi di patate fatti a mano sono ora pronti per la cottura!

Supplì

supplì

I supplì sono decisamente in cima alla lista dei miei piatti preferiti. Ho sempre pensato che fossero un piatto conosciuto in tutta Italia, ma poi ho scoperto che in molte regioni della penisola sono praticamente sconosciuti ( almeno lo erano fino a quando una nota marca di prodotti surgelati ne ha ripreso la ricetta).I supplì, romani di origine, sono molto simili ai più noti arancini siciliani. Simili ma non uguali, perchè i supplì differiscono sia nella forma che, in parte, nel contenuto.

Ingredienti per circa 40 supplì
1kg riso per risotti ( attenzione a non usare il riso che non scuoce!)
1 mozzarella grande
1l salsa di pomodoro ( se la salsa è molto densa diminuire la dose)
200 g carne macinata
6 -7 uova ( 3 per l’impasto e 3-4 per la panatura)
100 g parmiggiano grattugiato
farina q.b
pan grattato q.b
pepe
sale
olio d’oliva

Preparazione
Fare rosolare la carne macinata in un tegame con l’olio, aggiunge la salsa di pomodoro e salare. Lasciare cuocere per 10 minuti.  Aggiungere nella stessa pentola il riso, che andrà cotto come un normale risotto, aggiungendo quindi dell’acqua calda per completare la cottura, che dovrà esserte al dente. Una volta pronto, il riso dovrà risultare molto denso e asciutto. Lasciare raffreddare mescolando spesso in modo che non scuocia.
Una volta freddo, aggiungere le uova una per volta, fino a quando l’impasto non risulterà abbastanza morbido per essere amalgamato – potreste dover usare più o meno uova a seconda della loro grandezza -. Aggiungere infine il parmiggiano e il pepe.
Il riso è ora pronto per preparare i supplì. Prima di iniziare la preparazione bagnarsi le mani e ripetere più volte la procedura in modo che il riso non si attacchi alle mani. Prendete un pugno di riso e lavoratelo con le mani in modo che abbia una forma allungata. Inserite al centro un tocchetto di mozzarella che avrete precedentemente tagliato a dadini e richiudete bene il supplì. A questo punto passare il supplì rispettivamente nell’uovo ben sbattuto, nella farina e per ultimo nel pan grattato. Cuocere i supplì in olio caldo finchè non saranno rosolati, adagiarli su carta assorbente e servire caldi.

supplì

Pizza Margherita

Pizza margherita

Ingredienti ( per 2 pizze medie)

Per la pasta:
1kg farina
700 ml di acqua
1/2 lievito di birra
sale
per il condimento:
700 ml di passata di pomodoro
400 gr di mozzarella
basilico
peperoncino
sale
olio

Preparazione:

Accendere il forno e farlo scaldare a 50°C.

Far bollire un goccio d’acqua in un pentolino ed aggiungere il sale in modo che si sciolga. Aggiungere la restante acqua fredda nel pentolino. Versare la farina in una ciotola e, tenendo il lievito tra le mani, versarvi sopra l’acqua tiepida e lavorarlo con le mani in modo che si sciolga. (L’acqua non deve essere troppo calda altrimenti l’impasto non lieviterà!). A questo punto impastare il tutto finché l’impasto non sarà omogeneo. Se risulta troppo appiccicoso, aggiungere poco alla volta dell’altra  farina. Se necessario, lavorarlo su una spianatoia.

Quando l’impasto sarà pronto, metterlo in un contenitore dai bordi alti, coprirlo con un coperchio e metterlo nel forno, che a questo punto spegnerete.

Lasciare riposare in forno per circa 2 ore.

Mentre l’impasto lievita, preparare il condimento. Far cuocere in un pentolino la salsa di pomodoro, aggiungendo un goccio di olio, peperoncino, basilico e sale.

Trascorse le 2 ore, prendere l’impasto ormai lievitato e dividerlo in due panetti ( senza reimpastarlo). Lasciarlo riposare per altri 20 minuti e nel frattempo riaccendere il forno a 200°C.

Ungere una teglia media e stendervi sopra l’impasto, tirandolo in modo che copra tutta la superficie della teglia.

Versarvi sopra la salsa di pomodoro ed infornare per 15-20 minuti (i tempi di cottura variano da forno a forno). Qualche minuto prima che sia pronta, sfornarla a cospargere velocemente i tocchetti di mozzarella sulla superficie e rimetterla in forno per qualche minuto. Quando la mozzarella sarà sciolta, sfornare la pizza e servire.


 

Una volta sfornata la prima pizza, ripetete la stessa operazione con la seconda.