Tag "vongole"

Fregola tostata con vongole e zafferano

fregola

La mia amica, oramai per metà sarda, mi ha riportato dal suo ultimo viaggio nell’isola un bel pacco di fregola.
La conoscevo già, ma non l’avevo mai mangiata né cucinata ed era un po’ che volevo provarla.

Quel suo sapore tostato mi ha fatto pensare al pane croccante che si mangia con la zuppa di pesce…un abbinamento che per me è quasi perfetto. Io l’ho preparata con le classiche vongole ed una pizzico di zafferano.

Ingredienti per 4 persone
300g di fregola tostata
1 kg di vongole
1/2 bicchiere di vino
1 litro di brodo vegetale
1 bustina di zafferano
1 spicchio di aglio
olio extravergine d’oliva
prezzemolo
peperoncino

Preparazione
Disporre le vongole in un contenitore con abbondante acqua fredda e 2 cucchiai di sale grosso. Lasciar riposare per 2 ore in modo da farle spurgare.

Rimuovere le vongole dall’acqua, sciacquarle sotto acqua corrente  e metterle in una pentola con 3 cucchiai di olio evo, 1 spicchio di aglio schiacciato e 1 peperoncino. Mettere sul fuoco, sfumare con il vino bianco e cuocere fino a quando tutte le vongole saranno aperte.

Sgusciare le vongole eliminando tutte le conchiglie e conservare il sugo di cottura. Versare il sughetto in un bicchiere e lasciar riposare. In questo modo tutti gli eventuali residui di sabbia o conchiglie si depositeranno sul fondo.  Sciacquare rapidamente le vongole in acqua in modo da eliminare gli ultimi residui di sabbia (vedrete che ce ne sarà ancora un po’!) e metterle da parte.

Versare in un altro tegame 2 cucchiai di olio e  far rosolare uno spicchio di aglio e un pizzico di peperoncino. Unire 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, il liquido di cottura delle vongole e due mestoli di brodo bollente all’interno del quale avrete sciolto lo zafferano. Portare a bollore ed aggiungere la fregola. Continuare la cottura per circa 10-15 minuti, aggiungendo un mestolo di brodo a mano a mano che evapora.

A cottura quasi ultimata versare le vongole sgusciate e decorare con il prezzemolo tritato.

Troccoli alle vongole

vongole

E’ raro che mi venga voglia di pesce e simili, non essendone io una grande amante. Quelle poche volte che capita, quindi, mi sembra doveroso assecondare le mie voglie! Questa volta è toccato alle vongole, che in effetti sono tra i prodotti ittici che preferisco. La ricetta è quella tradizionale, a parte forse per l’aggiunta dei pomodorini che rendono il sughetto ancora più gustoso. Al posto degli spaghetti poi ho usato i classici troccoli pugliesi, una sorta di tagliolini un po’ cicciotti, fatti con semola di grano duro e acqua.

Ingredienti
250g troccoli pugliesi
200g vongole
1l acqua fredda
35g sale grosso
peperoncino
1 spicchio di aglio
1/3 bicchiere di vino bianco
8-9 pomodorini ciliegini
sale grosso
olio evo
prezzemolo

Procedimento
Disporre le vongole in un contenitore con abbondante acqua fredda e 2 cucchiai di sale grosso. Lasciar riposare per almeno 2 ore in modo da farle spurgare. Se cacciano molta sabbia, cambiare l’acqua.

Rimuovere le vongole dall’acqua, sciacquarle sotto acqua corrente e metterle in una pentola con 3 cucchiai di olio evo, 1 spicchio di aglio schiacciato, peperoncino e vino bianco. Mettere sul fuoco e cuocere fino a quando tutte le vongole saranno aperte.
Sgusciare le vongole eliminando tutte le conchiglie e conservare il sugo di cottura. Versare il sughetto in un bicchiere o una ciotolina e lasciar riposare. In questo modo tutti gli eventuali residui di sabbia o conchiglie si depositeranno sul fondo. Nel caso in cui ci fossero ancora dei residui di sabbia sulle vongole, sciacquarle rapidamente sotto l’acqua.

Versare in una padella 2-3 cucchiai di olio ed aggiungere i pomodorini tagliati a metà. Unire le vongole e il loro sugo di cottura e cuocere per qualche minuto, fino a che i pomodori saranno appassiti.

Cuocere nel frattempo i troccoli in abbondante acqua leggermente salata per 5 minuti. Scolare, versare nella padella del condimento e cuocere per un altro minuto. Servire con una spolverata di prezzemolo.